Cisterna nei pressi della Dogana


Si tratta di una cisterna a pianta rettangolare, in ottimo stato di conservazione. Anche quest’opera rappresenta un ulteriore esempio della maestria nell’uso dell’opus caementicium e dell’ingegno costruttivo dei romani: le pareti sono rastremate verso l’alto , pertanto più spesse procedendo verso il fondo, laddove la pressione dell’acqua è maggiore. L’interno delle stesse è tutt’ora ricoperto dello strato impermeabilizzante in cocciopesto.

La cisterna romana. È possibile notare la rastremazione delle parenti interne. Foto da http://www.distrettodeadimorgantina.it.

Vi si accede per un sentiero delimitato da un cancello, pertanto previa richiesta al museo civico o alla Soprintendenza provinciale. Oggi l’accesso è pressoché interdetto dalla fitta e alta vegetazione spontanea che cresce tutt’attorno.

La cisterna vista dal sentiero che conduce ad essa. Foto da http://www.distrettodeadimorgantina.it.