Chiesa del Calvario


Le origini della chiesetta risalgono al 1927 per interessamento di Padre Vincenzo Sfilio. Fu costruita dal capomastro Giovanni Battista Senfet con l’aiuto materiale di tutta di cittadinanza,  che ha contribuito alla costruzione portando il materiale da costruzione fino al monte. 

A forma esagonale la chiesetta è sormontata da una cupola colo verde il interno custodisce solo un piccolo altare con un quadro raffigurante l’Addolorata e una statua del S.S. Crocifisso. Questa piccola chiesetta su una collina rappresenta probabilmente l’immagine più iconica di Centuripe.

Ogni anno il tre di maggio la chiesetta viene aperta ai fedeli in occasione della festa dell’Esaltazione della Santa Croce, in passato celebrata in modo più solenne. A Centuripe esiste un detto “Cu voli campari a’ stu munnu filici, pensa ca’ u tri di maggiu è a Santa Cruci” ( chi vuol vivere felice in questo mondo, si ricordi che il tre maggio si festeggia la Santa Croce ).  

.